Candele in pura cera d'api e artigianato esoterico  - Messaggio aziendale
Il Blog di Oroboro

Simboli,tradizioni e miti nel mondo

Anansi una divinità Trickster

Le divinità considerate Trickster sono tra quelle che più mi affascinano. Entità dalla personalità complessa, sfaccettata ,trasgressive e fuori dagli schemi,ma con uno spessore e una saggezza fuori dal comune,ricorrono in tutte le culture con nomi e rappresentazioni diverse,ma tutte legate dal fil rouge di saggezza e sregolatezza che le caratterizzano. Protagoniste di numerosissimi miti e leggende in cui sono sottoposti a prove,indovinelli,giochi di astuzia e difficoltà da superare,a loro volta mettono alla prova,ma sono sempre pronte a ricompensare lautamente il candidato.

Papa Bones e la misteriosa tradizione Obeah

Di tutte le tradizioni esoteriche l’Obeah resta sicuramente la più oscura, la più misteriosa. Oscura perché non esistono praticamente testi o bibliografia specifica, misteriosa perché chi pratica questa tradizione non ne parla o si cela dietro una poco chiara forma di hoodoo e non ne tradisce i segreti. La cattiva fama che circonda questa tradizione sciamanica, si avete letto bene SCIAMANICA, proviene dal tempo della schiavitù, quando le tribù di origine Ashanti e del Dahomey portarono l’Obeah dall’Africa al nuovo mondo.

Coincidenze e sincronicità

Quante volte ci è capitato di pensare ad un amico che non si vedeva da tempo e per caso, poco dopo, incontrarlo per strada? Quante volte la nostra attenzione si è soffermata su determinati numeri?  E quante volte abbiamo vissuto una serie di eventi che accadevano come dovevano andare, il tutto avvolto in una strana ed eccezionale coincidenza? 

E tutte le volte ci si pone la domanda: Ma esiste il caso? O forse esiste un particolare principio scientifico, ancora non conosciuto da molti, a far accadere determinati eventi con sottile armonia?

Animale del mese: L'Aquila la connessione con il Divino

La maestosità dell'Aquila ha fatto sì che quest’uccello sia stato adottato come simbolo fin dall’antichità dalle più svariate culture.

Due esempi su tutti: l’aquila reale con le ali spiegate fu utilizzata come simbolo dell’Impero Romano e l’aquila calva (o testa bianca) è il simbolo degli Stati Uniti d’America.

Nel terzo millennio a.C., presso i babilonesi, l’aquila bicipite era associata aNingirsudi Lagash, il dio delle tempeste della guerra e della fertilità.

Presso gli antichi egizi l’aquila rappresentava la materializzazione del dio

Animale del mese : Il Lupo la conoscenza e la forza

I lupi sono probabilmente i più incompresi tra tutti i mammiferi selvatici, circondati da storie sul terrore che ispirano e sulla loro indole feroce. Sebbene molti racconti dicano il contrario, non si ha conferma di alcun attacco e uccisione di un essere umano da parte di un lupo sano. Il lupo è quasi l’esatto contrario di come viene descritto. E’ amichevole, socievole e straordinariamente intelligente. Il suo senso della famiglia è forte e leale, e vive secondo regole e rituali attentamente definiti.

Animale del mese : Il Cavallo la libertà e il potere del Viaggio

Elemento : Fuoco e Acqua
Mondo vegetale :Grano, cereali
Parti del corpo: Organi sessuali, gambe, piedi, 1° e 2° chakra.
Poteri: Viaggio, libertà, viaggio sciamanico. Mezzi di trasporto, automobili, motociclette. Ritmo e corsa del Tempo. Potenza sessuale. Fertilità e creatività. Consapevolezza. Chiaroveggenza, ascoltare e parlare con gli spiriti e le anime dei morti. Psicopompo. Conoscitore delle sorgenti, portatore di acqua e della pioggia. Regalità, battaglia.

Il Potere

L'Animale del mese : La Lepre, l'energia della Luna

Elemento : Acqua e Fuoco.
Mondo Vegetale : Fico. Prugne. Uva e vino.
Fasi espansive : Tutto l'anno specialmente Primavera. Notti di luna. Alba e crepuscolo.
Parti del corpo : Labbra. Denti incisivi. Organi sessuali, utero.
Fegato, colecisti, bile. 2° e 3° chakra. Gambe.
Poteri: Fertilità. Sessualità. Rinascita, rigenerazione, resurrezione. Abbondanza, esuberanza, moltiplicazione. Lascivia, incontinenza, spreco, sfrenatezza. Ebbrezza. Pubertà. Longevità, eterna giovinezza.

Caratteristiche di uno Starseed

1. Ti senti “antico”, come se tu fossi esistito da sempre;

2. La tua anima è stanca, vuolo soltanto tornare a “casa”;

3. Ti ricordi la sensazione che si prova nel sentirsi a “casa”, anche se non riesci ad esprimerla a parole;

4. Da bambino percepivi la tua “unicità”, nessuno era come te, era come se ci fossero “loro” (gli umani…) e “te”. Probabilmente ti sarai anche sentito “speciale”, indipendentemente dai ruoli che rivestivi o dai compiti che svolgevi;

5. Perfino dai primi ricordi d’infanzia, la tua vita potrebbe essere stata costellata di esperienze paranormali e/o psichiche, manifestatesi come: vedere fantasmi o altre entità disincarnate, vedere attraverso il tempo e/o lo spazio, vedere dietro il velo di Maya (l’Illusione, la Matrix…), leggere nel pensiero, fare sogni premonitori, vedere gli UFO, avere incontri con entità extraterrestri, ecc.

Sei uno Starseed?

Gli Starseed (o “Semi Stellari” o “Figli delle Stelle”) sono esseri evoluti provenienti da un altro pianeta, un altro sistema solare o galassia, la cui specifica missione è assistere il Pianeta Terra e la sua popolazione durante l’ingresso nella Nuova Era che sta iniziando ora e che sarà presente su scala ancora maggiore nel prossimo futuro.

Gli starseed si incarnano nelle stesse condizioni di debolezza e di totale amnesia sulla propria identità, sulle proprie origini e sui propri scopi che attraversano anche gli umani terrestri.

L'Animale del mese : L'Alce l'intuito e la cura delle Anime

Nelle antiche culture nordamericane,He-há-Kanella lingua dei Sioux (Lakota), l'animale Alce racchiude tutte le qualità degne di considerazione di una stirpe molto antica e possiede inoltre il dono di incoraggiare gli altri. È un ottimo compagno, ma se si arrabbia diviene estremamente temibile.

Presso alcune tribù Sioux l’alce è associato al fenomeno naturale del vortice. Colui che possiede lo spirito dell’alce non si lascia influenzare e ostacolare.

Come Animale Totem l’alce aiuta a dimostrare coraggio, forza, perseveranza e rapidità di agire nelle situazioni, aiuta a stringere nuovi legami e nuove amicizie, incoraggia a condividere le gioie del successo con gli altri.

Animale del mese : La civetta simbolo di mistero e magia

La civetta è un piccolo e simpatico 
Strigidae che ha vissuto momenti di gloria e di amarezza nel suo rapporto con l'uomo. 
La civetta,insieme al gufo è in generale il rapace notturno per eccellenza, vede nell’oscurità, diventa attivo di notte, quando l’uomo, rilassato dal sonno, si abbandona al mondo onirico. E' simbolo di magia, mistero e preveggenza per antonomasia ,nelle culture indiane d'America è la civetta che veniva definita anche come "l'aquila della notte", in grado di vedere al di là dei limiti umani normali, anche attraverso l'oscurità la civetta si sente a suo agio, muovendosi nel silenzio più completo come divenisse parte dell'ambiente.

La Befana,un altro volto della Dea

La Befana è una di quelle manifestazioni della Dea sotto forma di anziana, ora benevola, ora vendicatrice. Un’altra corrispondenza con il paganesimo è nel rituale di “bruciare la vecchia” rito che fa parte di quelle feste del fuoco in cui si brucia un fantoccio. Senza bisogno di andare fino al nord Europa citando “The Wicker man”, l’uomo di vimini celtico, basta vedere quante feste paesane hanno l’usanza di bruciare un fantoccio o una strega. E’ un richiamo ai cicli stagionali: ritorna la luce quindi un ciclo va a compimento e il successivo inizia.

Tipologie di Vampiro Energetico

Esistono varie tipologie di Vampiro Energetico,vediamone alcune:

Illuminato
Questo vampiro del tipo più nocivo e pericoloso,fa credere alla vittima, che lui è capace di compiere "miracoli" grazie alla sua "illuminazione". La vittima, come se fosse ipnotizzata, non esiterà a donare la propria ricchezza o quello che possiede per la causa. Un esempio nell'accezione negativa sono i leader di sette,di comunità religiose o non religiose,di associazioni e affini,questi vampiri sono particolarmente infidi,ingannevoli, manipolatori e affabulatori .

Vampiri Energetici

Il "vampiro energetico" è colui che si nutre della nostra energia vitale, spesso in modo inconsapevole, in virtù di una natura che lo spinge a "prosciugare" le riserve di chi lo avvicina. Quali sono le regole fondamentali dell'anti vampiro, come si riconoscono i sintomi dell'aggressione vampirica e come creare uno scudo di protezione. 

Il mondo nel quale stiamo vivendo è intriso di tanto odio e rancore, di tanta invidia e gelosia. Come possiamo trasformare questa energia pesante e negativa in un’energia bella, di pace e serenità?

Rituali e simbologie di Capodanno

L'anno nuovo viene immaginato come un bambino allegro e capriccioso. Burlone e ficcanaso  sparge doni a piene mani,  passando velocissimo di casa in casa.   E' a lui che si brinda, alle promesse di momenti felici che vorrà lasciarci.
Viceversa, l'anno vecchio è  visto come un vegliardo brutto, gobbo e storto che se ne va, viene cacciato via in malo modo con tutti i guai che ci ha procurato.
Per accelerare lla sua fuga viene accompagnato, allontanato e spaventato da scoppi di petardi, mentre ci si accattiva il favore del  nuovo arrivato con colori, candele, fuochi e doni.

La Struttura simbolicadel Gioco dell'Oca

Durante il periodo delle feste i giochi di società tornano in auge uno dei più famosi e antichi è il gioco dell'Oca che nasconde una ricca simbologia iniziatica ed esoterica,vediamo quali : 

Secondo Fulcanelli, il Gioco dell'Oca è "un labirinto popolare dell'Arte sacra e una raccolta dei principali geroglifici della Grande Opera" (Fulcanelli, Le Dimore Filosofali). La sua struttura a spirale, ripartita in 63 tappe in cui ricorrono alcuni simboli fissi, conduce verso il raggiungimento del centro, del "

Numeri Doppi e Numeri Maestri

La prossima volta che vedete un numero doppio, fermatevi e sentitele impercettibili energie attorno a voi, siate nel “qui e ora” o se potete mettetevi in meditazione ponendovi la domanda sul significato dei numeri che avete visto… la risposta arriverà senz’altro!

E’ una chiamata al risveglio inviata a voi stessi. Un ricordo del vostro vero scopo qui sulla Terra.

11 = Nascita e ancoraggio del Nuovo.
22 = Costruire sul Nuovo. Costruire Nuove vite e un Nuovo Mondo.
33 = Servizio Universale attraverso l’accelerazione del nostro Essere Unico.

Animali di Potere

Già nell'antichità gli uomini osservarono come gli animali selvatici disponessero di un potere vitale a noi estraneo. E pensarono che se noi avessimo potuto attingere a questo potere, avremmo potuto non solo resistere meglio alle malattie e sopravvivere alle ferite, ma avere più energia in tutte le sfide dell'esistenza.

Vollero perciò stringere delle alleanze con gli spiriti degli animali.
Ma quando indagarono nella realtà nonordinaria scoprirono che ogni uomo dispone, almeno da bambino, di un alleato animale - e che anzi se non l'ha, non avrà abbastanza vitalità per sopravvivere all'infanzia.

Lo Sciamanesimo Aborigeno

Tra le varie forme di sciamanesimo una molto interessante, anche se poco conosciuta, è quella degli aborigeni australiani.
La parola aborigeni letteralmente significa ‘abitanti del posto’, ma per convenzione il termine viene riferito agli antichi abitatori dell’Australia.
Per particolari condizioni l’Australia è rimasta separata e isolata dal resto del mondo così da conservare antichissime peculiarità culturali. Gli antropologi riconoscono negli aborigeni caratteri che li accomunano all’uomo di Neanderthal di 40.

Spiriti di Dicembre : Re Quercia e Re Agrifoglio

La lotta fra i Re dell'Anno
Fin dai tempi più antichi i popoli pagani hanno prestato grande attenzione e interesse per i cambiamenti stagionali dell’anno, che si alternavano e ripetevano continuamente in un eterno ciclo di Vita, Morte e Rinascita. Questo perché la loro vita dipendeva essenzialmente da essi e conoscerli permetteva loro di conviverci, di sfruttarne le qualità ma, soprattutto, di riuscire a coltivare la terra per nutrirsi, rispettando i tempi adatti per la semina, la crescita, il raccolto e il riposo.

Spirito di Novembre : Will o' the Wisp il Fuoco Fatuo

I fuochi fatui nei racconti reiterati erano perlopiù fiammelle che si muovevano infestando le vicinanze dei cimiteri, oppure che inseguivano i malcapitati viaggiatori notturni tra le paludi e gli acquitrini, fino a portarli a morte certa.

Il loro comportamento bizzarro faceva presupporre una qualche intelligenza perversa, attribuita ai folletti o alle anime dei morti (dannate a un purgatorio in Terra, che stava a cavallo tra il mondo pagano e quello in via di cristianizzazione).

A seconda delle regioni in cui si manifestava o in cui se ne raccontava, questo spirito, anzi, sarebbe più corretto dire questi spiriti, perché si manifestavano in tante forme diverse, sono conosciuti con molti nomi:

Spirito di Luglio : John Barleycorn

John Barleycornè un'antica e celebre ballata popolare inglese e scozzese che narra in senso figurato della morte e resurrezione dello Spirito del Grano - anche se in questo caso si tratta di orzo - Spirito celebrato nei giorni di Lughnasadh. Un rito d'iniziazione maschile per diventare uomini attraverso il sacrificio della morte: rito di cui permane memoria in ogni bicchiere di whisky o birra.

Quello che segue è il testo di una delle tante versioni note sin dal 1600, testo usato dai Traffic per musicarla nel 1970, e la traduzione di Alberto Truffi tratta dal sito Musica e Memoria

Spirito di Giugno: Il Pixie

Tra le creature fatate più famose troviamo i Pixie o Piskie della Cornovaglia,del Devon e del Somerset,regioni dell'Inghilterra e di alcune zone della Scozia. L'origine di questi esseri è sconosciuta. Si dice non siano più grandi di una mano umana,ma che possano cambiare forma ingrandendo o rimpicciolendo le proprie dimensioni. Sono descritti con teste spoporzionate,ali trasparenti orecchie e nasi appuntiti. I loro cappelli sono fatti di Digitali o di funghi. Imbroglioni,furbi e giocherelloni, amano tirare scherzi burloni agli umani.

Spiriti di Maggio : I Deva

 
Per l’uomo delle origini la natura era un tempio magico. Non si considerava né schiavo sottomesso alla natura, né maestro assoluto della creazione. Non pretendeva d’essere la creatura più importante del mondo e sapeva cedere il passo e collaborare con i guardiani della natura, entità più potenti e sagge di lui, a cui aveva dato il nome di fate, ninfe, elfi e gnomi.
 
Gli uomini civilizzati che pretendiamo d’essere hanno dimenticato quei tempi lontani e l’ancestrale credenza agli spiriti della natura, accantonando una grande tradizione orale fonte di saggezza e iniziazione, che attraverso i racconti, le leggende, i miti e il folclore, ha tramandato le origini e le funzioni precise di questi esseri invisibili, che gli anglosassoni hanno denominato “Il Piccolo Popolo”.

Simbologia del Rospo e della Rana

Le credenze attorno ai rospi sono tante e variegate, ma sono vere? Da dove arrivano?
 
Gli erpetologi (gli scienziati che studiano gli anfibi e i rettili) garantiscono, sulla loro pelle, che "maneggiare” la specieBufo bufo(rospo comune) non comporta nessun problema fisico (e psicologico).
 
 
Ma allora perché tutte queste credenze?
 
Nel corso di una ricerca su questo animale particolare, è stato notato cheil rospo viene sempre menzionato, dalle civiltà primordiali fino ad arrivare ai nostri giorni, sotto varie forme.

Spirito di Aprile : La Selkie

"Dimorano in un vasto territorio del globo, molto al di sotto della regione dei pesci, sopra cui il mare, come la volta nuvolosa del nostro cielo, rotola altezzosamente, ed hanno abitazioni costruite con le concrezioni perlate e coralline dell’oceano."
 
 
LeSelkie(conosciute anche comesilkiesoselchies) sono creature mitologiche del folklore scandinavo,irlandese e scozzese che possono trasformarsi da foche a donne nelle notti di luna piena. La leggenda ha origine nelle Isole Orcadi

Spiriti di Marzo : Valchirie e Amazzoni

Mentre l’epoca della collettività delle donne minacciava di affondare nella nebbia, mentre i pacifici insediamenti protetti dalle donne diventavano costruzioni di difesa, in un periodo di grandi cambiamenti, ci furono donne che per ristabilire l’ antico ordinamento abbandonarono la comunità: le Amazzoni le Valchirie o le dee Guerriere. La loro fierezza non fu mai spezzata non volendo diventare madri e guardiane di proprietà private. Erano libere, girovaghe, amavano solo le loro compagne.

Ostara Alban Eiler Luce della Terra

Equinozio di primavera quando luce e ombra sono uguali. Gli Dei risvegliano la Natura la Madre dona fertilità alla terra e il Padre orami adulto accresce le nuove vite che sbocciano.Conosciuto anche Alban Eiler (“Luce della Terra”), è uno dei sabba minori: Ostara viene festeggiato il 21 di Marzo (anche se a causa delle sue origini, può invece essere celebrato il giorno 25) e segna il risveglio della terra e il rinnovamento della fertilità nella nostra vita spirituale.
 

Il Labirinto simbolo Magico e Iniziatico

Simbolo antichissimo e ripreso da ogni cultura, il labirinto nasconde un tesoro, ma non lo occulta, invita piuttosto ad intraprendere quella via, contorta e difficoltosa, per poter raggiungerlo, quel tesoro.
Nelle cattedrali gotiche e romaniche si ritrova spesso nel pavimento la raffigurazione del labirinto, a ricordare al fedele il percorso per raggiungere Dio, un percorso che parte dal fuori e giunge al centro; il fedele diviene il pellegrino, chiamato ad intraprendere la ricerca della Terra Santa, che sta fuori, ma anche dentro.

Spirito di Febbraio Le Gorgoni e la Magia della Pietra

Le Gorgoni e la Magia della Pietra
 
Le mitiche Gorgoni sono strettamente connesse al potere dellaLuna di Febbraio,Solmonath. Le Gorgoni sono mostri della mitologia greca, erano figlie di Forco e di Ceto.
Erano tre sorelle, Steno, Euriale e Medusa. Di aspetto mostruoso, avevano ali d'oro, mani con artigli di bronzo, zanne di cinghiale e serpenti al posto dei capelli e chiunque le guardasse direttamente negli occhi rimaneva pietrificato. La gorgone per antonomasia era Medusa, unica mortale fra le tre e loro regina, che, per volere di Persefone, era la custode degli Inferi.

Spirito di Febbraio : Il Domovoj

Il Domovoj è un inquilinosegreto della casa di cui è anche il segreto padrone. Ogni isba ha il suo Domovoj. I contadini lo chiamano in vari modi: spesso “padrone” o ancor più spesso “nonnino”. Questo titolo particolarmente rispettoso significa che evidentemente il Domovoj risale, in una lontana antichità primordiale, all’antenato divinizzato del clan, all’avo della famiglia. In altri termini, il Domovoj prolunga la religione legata al culto degli antenati che diventano i protettori della famiglia e preservano la casa e il focolare.

Spirito di Gennaio: La Cailleach

La Cailleach ha molti tratti di una personificazone dell'inverno: pascola cervi, combatte la primavera e il suo bastone gela il suolo.
Nella mitologia irlandese e nella mitologia scozzese laCailleach("Vecchia Donna"), anche nota come laCailleach Bheur, è una strega divina, una divinità creatrice, un'antica divinità o anche un antenato divino.
 
 
 
La figura della Cailleach è stata ripresa innumerosi personaggi della mitologia irlandese (le

Spirito di Gennaio : Giano Bifronte

Il primo mese dell'anno, gennaio(latinoianuarius), deriva il suo nome da Giano (Ianus), una divinità esclusivamente romana (non c'è una corrispondente divinità greca) e di origini molto antiche e poco chiare.
 
Il suo nome viene spiegato in molti modi, che richiamano sempre un'idea di movimento e di attraversamento: Giano era infatti il protettore di ogni ingresso (la soglia della casa, le porte della città, i passaggicoperti) e di ogni inizio (era invocato prima di ogni impresa e attività e proteggeva le partenze e i ritorni).

Spiriti di Dicembre : La Dama Bianca,le Salighe

La Dama Bianca,la danza lunare:
Mentre Perchta, severa e inflessibile, sorveglia la soglia tra vita e morte, la Dama Bianca, la Saliga, come viene chiamata nelle Alpi, è la mediatrice tra esseri umani e spiriti. Può assumere sembianze umane, quando le piace, vivere tra la gente. Nella zona alpina il suo Nome Saliga deriva da salix, salice, quindi è la Donna Salice, la sapiente della trasformazione legata al salice. La Dama Bianca aiuta le persone e chi la incontra viene colpito da un infinito desiderio di lei.

Esbat di Dicembre : Luna della Quercia

Spiriti della natura:fate della neve, fate della tempesta, fate degli alberi d'inverno.
Erbe:agrifoglio, edera, vischio, abete.
Colori:rosso sangue, bianco e nero.
Fiori:vischio, agrifoglio, cactus.
Profumi:violetta, patchouli, geranio, incenso, mirra e lillà.
Pietre:peridoto, serpentina, giacinto, crisolito.
Alberi:pino, abete, agrifoglio.
Animali:topo, renna, cavallo, orso, cervo, cornacchia, pettirosso.
Divinità:Hathor, Hecate, Neith, Athena, Minerva, Ixchel, Osiride, Moire, le Norne- Parche.

Spiriti di Dicembre : Norne,Parche,Moire

Presso la fonte di Urdarbrunnr,
vivono le Norne,che tessono il filo del destino dei mortali. Da quel luogo vengono donne,di molto sagge,tre,da quello spazio che sottol'Alberosi estende. Ha nome Urdhr l'una,Verdhandi l'altra;
-sopra una tavola incisero Rune-Skuld quella ch'è terza.
 
 
 
 
Queste decidono la Legge,queste scelgono la Vita,per i viventi nati,le sorti degli uomini.
Cit. da Il Canzoniere Eddico
 
Le Tre Sorelle del Wyrd erano comuni a tutte le culture nell’antica Europa occidentale: venivano chiamate le Tre Norne nella cultura scandinava, le Moire nella mitologia greca(Atropo,Cloto e Lachesi) e le Parche in quella roman

La Ruota della Medicina

Per gli Indiani d’America “medicina” significava potere, completezza, integrità e conoscenza: forze energetiche vitali cui si poteva attingere al fine di incanalarle per ottenere beneficio per il corpo e l’anima. Il termine “ruota di medicina” è stato applicato per la prima volta al  “Medicine Wheel”, sulle montagne del Big Horn in Wyoming, uno dei siti del genere, tra i più antichi che si conoscano, situato a quasi 3000 metri di altitudine e risalente a circa 200-500 anni fa.

Spiriti di Novembre : Perchta e le Trude

Perchta e la danza lunare:
 
Perchta è tornata!  L’antica dea dell’ Occidente, la cacciatrice selvaggia con i suoi cani e il suo corteo di anime di defunti,che ricorre con nomi diversi in molte culture, rivive in questo momento dell'Anno Magico.

   
Fin dai tempi primordiali la Perchta vigila sulla giustizia, una giustizia che è più antica di qualsiasi forma di Stato. E’ la custode delle anime che sono alla ricerca di nuovi corpi e con loro cammina attraverso il paese durante la stagione rigida.

Esbat di Novembre la Luna della Nebbia

Spiriti della natura:fate sotterranee, Truden
Erbe:verbena, borragine, potentilla, cardo
Colori:grigio, verde mare
Fiori: crisantemo
Profumi: cedro, boccioli di ciliegio, giacinto, narciso, menta piperita, limone
Pietre:topazio, lapislazzulo
Alberi:cipresso, ontano
Animali:unicorno, scorpione, coccodrillo, sciacallo.
Divinità:Kali, Iside Nera, Nicnebin, Hecate, Bast, Osiride, Perchta, Sarasvati, Lakshmi, Skadi, Mawu
Incensi:Artemisia o Patchuli
Energia:preparare. Trasformazione. Rafforzate la comunicazione con il Dio o la Dea che sentite più vicini alla vostra anima

Odino il primo Erilaz

Odino era una delle principali divinità nella mitologia norrena,  connesso alla guerra, alle battaglie e alla morte, alla sapienza, alla magia, alla divinazione, alla vittoria, alla caccia e alla poesia. Si credeva che dimorasse adÁsgarðr, dove aveva innalzato il proprio palazzo,Válaskjálf. Stava seduto sul tronoHliðskjálf, da cui osservava tutto ciò che accadeva nei Nove Mondi.
 
La sua arma era una lancia,Gungnir, e in battaglia cavalcava un destriero con otto zampe, Sleipnir, nato dall’unione fra il dio Loki (in quel momento trasformato in giumenta) e il cavallo magico

Doreen Valiente

Doreen Valiente (meravigliosa donna che gli Dei sempre la benedicano...) è sicuramente una delle figure più rappresentative,potremmo definirla la madre della wicca, che più ha contribuito a formare la wicca come la conosciamo oggi,spogliandola di molti orpelli appartenenti ad altre scuole di pensiero, rielaborando e riscrivendo numerosi testi rituali sotto forma di magnifiche poesie.
 
Famosissima è la Witches' Rune e naturalmente il Rede.
Doreen Edith nacque nel Sud di Londra da genitori di fede cristiana molto devoti.

Kokopelli,il dio Trickster

 
Kokopelli, o Kokopilau, è una divinità preistorica rappresentata in centinaia di incisioni rupestri del “Southwest” americano.Le più antiche furono scolpite più di duemila anni fa dagli Anasazi (100 a.C. – 1600 d. C.) in Colorado, Utah, Arizona e New Mexico
 
Per gli Zuni,Kokopelli deriva da Koko, Dio, e Pelli, insetto simile alla cavalletta. Per gli Hopi da Koko, bosco, e Pilau, gobba . Kokopelli era importante per tante tribù nella cultura antica ; tra gli Hopi, Kokopelli trasporta i bambini non nati sulla sua schiena e li distribuisce alle donne,s

Esbat di Agosto : La Luna del Grano

La Luna del Grano sorge sopra i campi maturi, mentre si celebra il momento del raccolto, è la Luna che vede il sacrificio del Dio Sole ( Lugh per i celti, Osiride per gli egiziani, Tammuz per i babilonesi), la Luna che si prepara per essere sepolcro del suo sposo.

Antico è il culto del grano e del mais, basti pensare che fu proprio la coltivazione di questi cereali che diede vita ai primi villaggi, prima di allora l’umanità viveva di caccia e di raccolta di erbe selvatiche, non esisteva una comunità ma ognuno vivere separato tentando di sopravvivere alle stagioni, alle belve e agli ostacoli del quotidiano.

I Kami,le Divine Forze della Natura

Ikami, termine tradotto in genere con "spiriti", "divinità", sono le entità spiritiche che popolano tutto l'universo, sono gli spiriti della natura, e si esprimono attraverso essa. Per il fedele shintoista una cascata, la Luna o semplicemente una roccia, possono essere considerati come espressione deikamied elementi mistici in grado di porre in contatto con la sfera divina.
 
Anche sempliciforze, ovvero i cicli che regolano l'universo, come la fertilità o la crescita, possono essere visti come manifestazione delle impercettibili forze divine che popolano la natura.

Eclissi influenze astrologiche

 
Fenomeni come le eclissi possono determinare importanti cambiamenti dal punto di vista astrologico e devono pertanto essere tenuti nella giusta considerazione.
In generale, esse sono indicative di una crescita o di un’evoluzione e nonostante abbiano breve durata come “fenomeno celeste”, possono avere un effetto capace di condizionare gli eventi per alcuni mesi. Più specificamente, l’eclissi di sole rappresenta l’inizio di un nuovo capitolo della nostra vita mentre quella di luna ne segna la fine.

Simbologia del serpente : il Serpente arcobaleno l'Antenato

serpente arcobaleno3Nella tradizione Aborigena il Taipan è un Serpentegigantesco il cui corpo si inarca attraverso tutto il cielo, formando l'arcobaleno.Conosciuto come Taipantra il popolo Wikmukan è associato al dono del sangue fatto all'umanità, controllando la circolazione del sangue e il ciclo mestruale delle donne. Considerato un grande guaritore, Taipan chiede che le sue leggi e le sue usanze in materia sessuale vengano eseguite. Se vengono infrante il serpente esprime la sua rabbia con tuoni e fulmini.

simbologia del serpente : il Serpente Arcobaleno Oxumarè

oroboro arcobaleno"Nel mito Yoruba (Africa occidentale) Oxumaré è il serpente arcobaleno che, come i sette colori dell'iride, percorre l'intero universo.
E' l'energia cosmica, fonte della vita e dell'eterno trasformarsi delle cose.
Il grande Dio, Olorun, allungò Oxumaré per dargli la forma di serpente affinchè percorresse e abbracciasse tutto il pianeta.
 
 In questo processo, il serpente tracciò solchi nella terra, formando i letti dei fiumi e dei laghi, che più tardi furono riempiti d'acqua.

Simbologia del serpente:Il Drago

celtic dragon
Le origini ctonie (sotterranee)del Drago,anche nel suo aspetto di serpente,lo associano in maniera del tutto naturale alla Grande Dea,di cui è una delle creature,allo stesso tempo amata e odiata.
 
Il serpente -drago infatti,in quanto guardiano e possessore dei segreti della Terra e dei tesori che essa contiene,consente alla Dea Madre di provocare la fertilità,ma essa deve sempre incessantemente combatterlo per istigarlo a concederle i suoi tesori,così che possano beneficiarne tutte le sue creature.

La simbologia del serpente L'oroboro

ouroborosEsiste un simbolo che attraversa molteplici tradizioni e che ancora oggi è oggetto di riflessione, di pratica e venerazione per coloro che sono intenti nello studio di ciò che può essere soglia verso il profondo. L'Oroboroè presente nella tradizione gnostica, ermetica ed alchemica e le sue origini sono ancora più lontane perdendosi lungo le valli del Nilo.
 
Questa particolare ed affascinante rivisitazione del cerchio, sembra raccogliere in se profondi significati, rimandando ad altri simboli, ed altri concetti, che nella loro interezza sono raccolti e composti lungo le spire di questo serpente indifferentemente intento a nutrirsi di se stesso.

Baba Yaga

babayaga
Baba Yaga, la temibile strega dai denti di ferro, è anche conosciuta comeBaba Yaga dalle Gambe Ossute(In russo:Baba Yaga Kostianaya Noga) perché è sottile come uno scheletro, nonostante il suo terribile appetito: in molte leggende chi arriva a casa sua finisce per pranzare con lei (o rubarle il cibo) e scoprire che il suo forno magico contiene ogni ben di Dio. Inoltre esistono altre Baba Yaga, le sue sorelle, che ricorrono meno spesso nelle storie (una di loro è la Baba Yaga Gamba d’oro della leggenda del Campestre Bianco).
Assistente di creazione sito web fornito da Vistaprint