Candele in pura cera d'api e artigianato esoterico  - Messaggio aziendale
Il Blog di Oroboro

Piccoli incanti per Imbolc

Imbolc,la Festa celtica della luce,della rinascita che si prepara in attesa della primavera,della purificazione e del Fuoco. Le candele vengono benedette e consacrate,si preparano dolci al latte e si creano le croci di Brigid,poichè questa festività è a lei dedicata. Brigid,dea triplice dai molti nomi è protettrice del focolare domestico,ispiratrice del Fuoco creativo,poetico,passionale,abile tessitrice e divinatrice. Abbiamo dedicato diversi post alla Dea Brigid e alla festività di Imbolc,che potete trovare nella sezione Sabba ed Esbat e Piccoli Incanti del nostro blog.

Questo post sarà dedicato a semplici celebrazioni e piccoli incanti che si accordano con l'energia di rinnovamento e purificazione caratteristiche di questo periodo,fase in cui è bene liberarci delle zavorre negative e dei pesi dell’inverno, dai pensieri cupi e inconcludenti, per prepararci a salutare il periodo dell’anno caratterizzato dalla nuova vita, dalle idee e dai progetti rinnovati, dalla ventata di freschezza e di opulenza tipiche della primavera e dell’estate che presto faranno la loro comparsa.

Per prima cosa, qualche giorno prima di Imbolc, sarà bene fare le "grandi pulizie", per purificare la casa delle energie stantie, aggiungiamo all'acqua del secchio per lavare una manciata di sale grosso e un infuso di rosmarino e salvia filtrato,oppure Acqua di Florida per pulire a fondo da tutte le scorie energetiche e riarmonizzare l'ambiente.

Si possono spazzare le stanze con una scopa di saggina spargendo sul pavimento una manciata di sale fino e rosmarino che accumulerete per qualche giorno in un angolo della stanza,per poi rilasciarlo dopo alcuni giorni in acqua corrente.

Si possono lavare i vetri e gli specchi con infuso di Artemisia e fumigare le stanze in senso orario con smudge stick di Salvia Bianca o incenso olibano misto a verbena ,aghi di pino,rosmarino .

Ma naturalmente lo strumento per eccellenza di questa Festa sono le candele. Possiamo quindi sbizzarrirci nella creazione di candele o comunque circondarci di esse,della loro fiamma luminosa e magica. Se le creiamo noi,possiamo aggiungere alla cera ancora liquida qualche goccia di latte,per onorare Brigid. Possiamo poi benedirle e dedicarle al servizio della Luce e dell'Armonia.

SACCHETTINO DEL SUCCESSO
Si possono creare sacchettini talismanici per propiziare i nuovi progetti confezionandoli con stoffa bianca e rossa,inserendo nel sacchettino che andremo a cucire semi di frutto o semi di cereali,mezza stecca di cannella,qualche pizzico di noce moscata e nove foglie di alloro su cui avremo scritto il nostro intento. Consacriamo il sacchettino a Brigid che possa darci l'ispirazione e condurci al successo. Accendiamo per lei una candela da far bruciare tutta la notte e ringraziamo. Conserviamo il sacchettino fino a che non raggiungeremo il nostro scopo,rilasciamo poi in acqua corrente.

PANE DOLCE DI CANDELORA
Ingredienti per una torta (6 persone circa, ma a casa mia non dura mezza giornata in due persone :D):

  • 200 gr di farina bianca
  • 1 cucchiaino di lievito in polvere per dolci
  • 1 pizzico di bicarbonato
  • 1 cucchiaino di cannella
  • 3 chiodi di garofano
  • uvetta, mirtilli secchi, noci, nocciole per un totale di 70 gr circa
  • 125 ml di succo d’arancia
  • 70 gr di miele
  • 50 gr di zucchero di canna
Preparazione:
  1. Setacciare la farina, il lievito e il bicarbonato in una casseruola. A parte preparate la frutta secca, la cannella e i chiodi di garofano che devono essere tritati (anche grossolanamente).
  2. In un contenitore adatto versare il succo d’arancia e il miele, mescolando (io uso il frullatore ad immersione per comodità). Aggiungete questa parte liquida al composto di farina, lievito e bicarbonato mescolando accuratamente.
  3. Quando avrete verificato che non si siano formati grumi, aggiungete la parte secca (la frutta, la cannella e i chiodi di garofano), mescolando ancora.
  4. Ungete e infarinate uno stampo da plum cake o uno stampo per torte rotonde da circa 20 cm.
  5. Infornate in forno preriscaldato a 180° e lasciate cuocere per circa mezz’ora (io faccio cuocere 20 minuti, spengo il forno e lascio la torta dentro per i restanti 10 minuti).
  6. Potete spolverarla con zucchero a velo una volta che si sarà freddata.
  7. Una parte può essere rilasciata in natura come offerta e come  nutririmento per piccoli accellini e animaletti.

LATTE DI IMBOLC
Si tratta di una bevanda molto buona e rilassante, da bere prima di andare dormire o comunque non prima di iniziare attività impegnative (sia dal punto di vista cognitivo che fisico).

Ingredienti (per 2 persone)
  • 2 tazze di latte di vostro gradimento (non per forza vaccino)
  • 2 cucchiaini di miele
  • 1 chucchiaino fiori di lavanda
  • 1 stecca  di cannella
  • 1bacca di vaniglia
Preparazione:
  1. Fate bollire a fiamma bassa il latte con la lavanda e le spezie, lasciando andare per circa 10 minuti (ma fate attenzione, il latte non deve salire su!)
  2. Togliete dal fuoco, aggiungete il miele,mescolate con cura
  3. Passate al colino il latte per togliere la lavanda e le spezie. Mettete nelle tazze e servite (personalmente aggiungo altra cannella sulla superficie, perché ne vado matta)

La casa può essere decorata con i simboli per propiziare la protezione di Brigid :

-Calderoni o calici- Brighid è spesso collegata a pozzi sacri e corsi d’acqua;- Una piccola incudine o martello- Brighid è la dea dei fabbri;- Unabambola Brighid in paglia oppure una ciotolina con del grano o del mais;- Immagini o simboli degli animali sacri a questa festa, come mucche, pecore, cigni, serpenti,
attribuiti a Brighit, pavoni , sacri a Giunone ,capre e cervi sacri a
Kernunnos e Fauno e infine orsi e lupi , animali simbolici delle forze primordiali;

- Un libro di poesia, o una poesia , meglio se scritta da voi - Brighid è la patrona dei poeti;- Le fate- in alcune tradizioni, Brighid è la dea delle fate-Erbe medicinali poiché Brighit è una Dea spesso collegata a riti di guarigione- Un piccolo fuoco o una fumigazione dentro un piccolo calderone o braciere;e poi candele candele candele da mettere anche sui davanzali e lasciare bruciare tutta la notte,per richiamare la Luce,stando attente alle tende naturalmente!

Il BAGNO DI LUCE
Un modo per rilassarsi, purificarsi dalle tossine ,ma anche per eliminare le scorie energetiche e prepararci all'arrivo di nuove energie benefiche e dinamiche. Consiste essenzialmente in un bagno molto caldo con aggiunta di sali ed oli purificanti. Prendiamo una ciotola con due pugni di sale grosso marino,se abbiamo rosa dellHimalaya va benissimo,all’interno della quale verseremo una decina di gocce di un olio essenziale purificante,rosmarino, per esempio, ma anche salvia ,pino, ginepro vanno benissimo. Riempiamo la vasca con acqua calda e aggiungiamo i sali. Aggiungiamo all'acqua della vasca un bicchiere di latte(anche vegetale se non vogliamo utilizzare il latte animale) Accendiamo tre candele bianche e immergiamoci nella vasca.

Rimanere immersi almeno per una ventina di minuti, e successivamente passare con delicatezza un guanto di crine sulla pelle ammorbidita,o un piccolo asciugamano di tessuto naturale, così da pulire a fondo la pelle ed eliminare ogni residuo di energia inutile. Dal collo fino alla pianta dei piedi.  La vasca dovrà essere attorniata da candele bianche (le Tea Candle, quelle piccoline, vanno benissimo e sono molto comode, ma meglio bianche,o in pura cera d'api). Immaginate che i pensieri negativi e pesanti sfumino mentre respirate le essenze purificanti e che scivolino via dalla vostra mente mentre l’acqua sporca se ne va per il tubo. Risciacquarsi bene e asciugarsi senza strofinarsi ,ma tamponando con un asciugamano chiaro,vestirsi di colori chiari e luminosi per la giornata-serata.

Bagno purificante di Imbolc

La Dea Madre esce dalle viscere della Terra rigenerata e purificata, per questo Imbolc è la festa della purificazione, vi suggeriamo un bagno purificatore durante il quale potrete rigenerare le vostre energiepsichiche ,fisiche e spirituali. Riempite la vasca da bagno di acqua calda, e scioglietevi un cucchiaino di miele d’arancio , tre gocce di olio di verbena, un quarzo ialino e un’ambra.

Accendete le tea-light bianche e verdi, la fumigazione d’incenso ,mirra e verbena, immergetevi nell’acqua e visualizzate la Dea Brigit(o la divinità a voi più congeniale) che vi purifica e rigenera.

Sentite la Dea che vi accoglie nel suo ventre, abbandonatevi a lei, lasciate morire in voi tutto quanto durante questo inverno è stato dolore, buio, paura, egoismo, sentite la nuova energia che nasce in voi, la luce del nuovo sole che Brighit vi pone nel petto e rinascete purificati e benedetti alla fine del bagno.

LA MEDITAZIONE DELLE TRE CANDELE
(tratto dal bellissimo libro di  Devon Scott I Giardini incantati le piante e la magia lunare")

Materiale: 3 candele di colore bianco
Meditazione:  disponete le candele in un triangolo, con la punta rivolta verso nord. Nel centro del triangolo così disposto si pone un calice di acqua (simbolo della purificazione) o di latte (simbolo del nutrimento della nuova vita). Dopo un breve rilassamento, seduti o in piedi, ci si muove verso la candela a nord, la si accende e si dice “Signora dell’Inverno, ti dico addio, la tua stagione è terminata”.
Si visualizzi il gelido potere dell’inverno che si allontana.

Dopo avere sostato un po’, ci si sposta alla candela di sud-est, la si accende e si dice “Signora della Primavera, ti offro un caloroso benvenuto, la terra è il tuo letto”. Si visualizzi il gioioso potere della primavera che si avvicina. Dopo un po’ si va alla candela di sud-ovest, la si accende e si dice “Signora dell’Estate, presto io ti chiamerò e risveglierò il tuo amante”. Si visualizzi il potere ancora lontano della bella stagione, desideroso di nascere e pulsante di vita nel sottosuolo.

Quando ci si sente pronti, si va al centro del triangolo, si raccoglie il calice e si dice “Io bevo il potere della Triplice Dea. Possa questo potere diffondersi su tutta la terra per segnare la nascita della primavera”. Si beve dal calice e si immagina il potere che fluisce in noi, attraverso di noi per risvegliare la Natura.

A questo punto si può inserire qualche usanza ricordata in precedenza, cioè la fabbricazione del letto di Brigit o l’arsione delle decorazione vegetali delle feste invernali. Oppure si può semplicemente concludere la cerimonia andando a ciascuna delle candele, nell’ordine in cui sono state accese: si spengono dicendo mentalmente o ad alta voce “Va’ fuoco e caccia l’inverno, riscalda la terra e risveglia la primavera”.

Coprite la tavola con una tovaglia bianca, magari decorata con
dei fiori oppure con il bordo verde e abbellitela con un centrotavola realizzato con foglie verdi o grano,fiori e candele
verdi,bianche e dorate o rosse. Se siete degli amanti delle tavole ben apparecchiate potete usare delle conchiglie come segnaposto.
La tradizione francese vuole che questo sia il giorno delle
crepes cucinate in tutte le maniere, oppure potete preparare piatti primaverili come il risotto alle rose o il budino di riso con violette
e altri piatti preparati con fiori commestibili. Ma naturalmente tutti i piatti a base di latte vanno bene,o di frutta secca e verdure fresche,ma anche piccanti o Flambè,dopotutto Brigid è una Dea del Fuoco.

Benedizione della mensa
Prendete il sale, la farina, il miele e il vino che avrete preparato precedentemente in una ciotolina e poneteli a tavola, uno per volta, pronunciando la benedizione corrispondente. Accendete le
candele e pronunciate la seguente orazione:

«Grande Padre del Cielo, Amata Madre della Terra
benedite questa mensa.»

Ponendo il sale a tavola dite:
«Che il potere del sale dia sapore ad ogni cibo.
Che il convitto sia nutrimento per il corpo e l’intelletto.»

Per la farina:
«Il sacrificio del grano porti abbondanza su questa mensa
poichè v’è ricchezza e prosperità ov’è l’amore.»

Per il miele dite:
«Il dono delle api renda dolce la conversazione
la sua luce ambrata ispiri gli animi;»

Per il vino:
«Messaggero di Bacco, porta in tavola leggiadra allegria!
Scaccia i cattivi pensieri, profondi gioia nei calici e nei cuori!
»
«Così sia.»

Ovviamente potrete utilizzare il rituale tutte le volte che avrete una cena o un pranzo per voi particolarmente importanti.

Il dopo Cena
Come tutti i Sabbat, Imbolc è un giorno perfetto per la divinazione, perciò praticatela per conoscervi meglio.
Se avete un giardino o un balcone con delle piante, recatevi lì con una ciotolina di latte con il quale nutrirete la terra, quindi
tracciate nella terra i simboli del Dio e della Dea e chiudeteli in un
cerchio tracciato in senso orario e dite:
«Risplenda la Luce del vostro Amore per rischiarare le tenebre. Guidate la primavera verso la fioritura, quando voi sarete perfettamente uniti nell’amore, sempre piu’ intenso della luce sarà il bagliore».

Ovviamente in tutti questi piccoli rituali le parole delle formule possono essere adattate e se lo desideriamo, possiamo utilizzare brevi frasi che noi stessi avremo composto, secondo le nostre capacità e la nostra sensibilità. Felice Imbolc a tutti!

Tratto da Cronacheesoteriche.com e Sognodistrega.wordpress.com

0 commenti a Piccoli incanti per Imbolc:

Commenti RSS

Aggiungi un commento

Nome:
Indirizzo e-mail: (obbligatorio)
Sito web:
Commento:
Ingrandisci il tuo testo, trasformalo in grassetto, corsivo e applica tanti stili diversi con le tag HTML. Ti mostriamo come.
Post Comment
Assistente di creazione sito web fornito da Vistaprint