Candele in pura cera d'api e artigianato esoterico  - Messaggio aziendale
Il Blog di Oroboro

Piccoli incanti per Capodanno

Tutto lo staff di Oroboro coglie l'occasione per augurare un felicissimo  2017 a tutte le persone che ci seguono, o che sono capitati in qusto luogo per "caso" ,un grazie davvero di cuore che sia per tutti un 2017 splendido! Dunque ancora poche ore e il rito catartico di Capodanno si avvicina,momento di miriadi di piccoli rituali da inserire nel contesto della serata, dall'abbigliamento alla cucina. Se prepareremo la tavola e il menù, potremo integrare all'interno di succulente ricette,piccoli rituali per propiziare l'anno in arrivo,se saremo ospiti potremo portare in dono sacchettini talismanici o dolcetti propiziatori. Vediamo alcuni suggerimenti. 

La casa può essere purificata dopo l'abituale pulizia,con un infuso di erbe(salvia,rosmarino,menta,lavanda per esempio ,ma si possono usare tutte le erbe con poteri purificanti) da aggiungere ad un secchio di acqua calda e a un pugno di sale grosso,passare le superfici delle stanze,pavimenti,vetri,mensole ecc andando dal fondo della stanza fino alla porta. Si possono aggiungere al secchio d'acqua con sale e infuso,un paio di dita di Acqua di Floridaideale per purificare gli ambienti. Ricordiamoci anche di buttare ciò che non ci serve più,cartacce,oggetti inutilizzati,vestiti che non indossiamo da tempo,il superfluo e l'inutile. Liberiamoci del vecchio calendario arrotolandolo e legandolo con un filo rosso, bruciamolo dicendo :
" Anno vecchio brucia qua e la sfortuna se ne va"

Passare poi nelle stanze con una mistura di incenso o erbe  purificanti,salvia bianca,olibano,palo santo oppure un incenso dalle note speziate come l'incenso di Yule che trovate nel post precedente,a base di cannella e chiodi di garofano. Possiamo appendere sulla porta di casa e vicino alle finestre sacchettini di spezie per profumare l'ambiente e allontanare gli influssi negativi.

La tavola potrà essere decorata con ghirlande, pigne,rami di sempreverde,bacche rosse e tante candele,dorate,bianche, verdi,rosse,per simboleggiare abbondanza,armonia,amore,ricchezza.
Se riuscite scegliete sempre la cera d'api almeno nei contensti rituali perchè ha un energia davvero intensa e vibrazionalmente elevata.

Sono perfette tovaglie e tovaglioli con almeno qualche inserto rosso,più la tavola sarà sgargiante più si dice accoglieremo con buoni auspici l'anno che sta arrivando lasciando indietro il vecchio con le sue traversie. 

I frutti rossi il giorno di Capodanno sono perfetti per attirare abbondanza e prosperità, abbondanti chicchi, dolci e succosi.
Dodici chicchi d'uva vanno mangiati, uno per ogni rintocco,alla mezzanotte del 31.

Uva quindi e melograni,datteri,more,lamponi,mirtilli,ribes...E come il guscio che ha protetto il frutto, proteggerà con  la sua forza la persona che lo possiede, se non il 31 almeno il primo , noci, nocciole, castagne,mandorle e tutta la frutta secca con guscio è indicata in tavola . I frutti del melograno con chicchi rossi e lucenti o il peperoncino rosso, sono alimenti perfetti da inserire nel menù e anche come decorazione con il loro effetto scaramantico,legato al colore rosso e al loro fuoco interno.

Nel menù  le lenticchie non possono mancare come richiamo tradizionale al denaro,ma non releghiamole per forza a mezzanotte dopo l'abbuffata,si mangiano quasi sempre con sforzo,l'ncubo di mezzanotte,meglio metterle nel menù come gustose zuppe, contorni o antipasti saporiti,arricchite da erbe aromatiche,spezie,formaggi,le gusteremo di più e daremo più energia al rituale. Il riso con i suoi chicchi perlacei è anche ideale come pietanza per propiziare abbondanza, come tutti i cereali,quindi largo a verdure ripiene, arancini, risotti ecc

Il Mais è perfetto per arricchire contorni a base di verdura,con i suoi coloratissimi chicchi croccanti,come anche la polenta ,simboli solari di abbondanza e prosperità.

Chi mangia carne privilegi il maiale,sotto forma di salumi, salsiccia, arrosti o l'inmancabile zampone,simbolo di abbondanza,da accompagnare magari con salse ai mirtilli, marmellate piccanti e speziate,mostarde.
 
Ai dolci si possono abbinare frutta secca e spezie come nello Strudel o nella tradizionale Linzer Torte una gustosa crostata originaria della città austriaca di Linz; pare sia una delle torte più antiche del mondo!

La Linzer Torte viene realizzata con una base di pasta frolla preparata con farina di nocciole tritate e aromatizzata con cannella e chiodi di garofano, poi  farcita con confettura di ribes (che con il suo gusto acidulo contrasta la dolcezza della base) e infine coperta con un reticolato molto fitto di striscioline di pasta e completata a volte con filetti di mandorle.

Ricetta per la Linzer Torte Originale
150 g burro
250 g farina (00)
150 g zucchero a velo
100 g nocciole arrostite
1 uovo
spezie (vaniglia, scorza di limone, cannella,  chiodi di garofano polverizzati)
10 g lievito in polvere
300 g marmellata di ribes

Impastate il burro e lo zucchero, aggiungetevi la farina mescolata col lievito, le nocciole grattugiate, l’uovo e le spezie.
Fate riposare la pasta al fresco, dopo mezz’ora ritiratela fuori dal frigorifero e tagliatela in quattro parti. Spianate tre quarti della pasta a circa 1,5 di spessore per un diametro di 22, spalmatevi sopra la marmellata di ribes. Il resto della pasta va aggiunto sopra come orlo e a forma di grata. Spalmate la superficie dell’orlo e della grata con un pò di uovo e coprite l’orlo di sottili fette di mandorla. Mettete in forno per 40–45 minuti a circa 190 gradi.Un dolce ricco di elementi che simboleggiano la Buona fortuna e l'abbondanza!

Tradizione vuole il brindisi con lo spumante o del vino frizzante che, stappato a mezzanotte esatta, faccia il botto: questo rumore, come quello di petardi e similari serve a scacciare gli spiriti malevoli.

Possiamo prepararci per la  serata con un bagno purificante e rigenerante ,aggiungendo all'acqua della vasca un infuso a base di petali di rosa,rosmarino e cannella e un cucchiaio di miele, oppure un infuso di gemme di pino,bacche di ginepro e timo.

Indossiamo qualcosa di rosso per la serata,colore che attrae secondo la tradizione influssi benefici e fortunati allontanando la negatività, mentre il primo dell'anno indossiamo qualcosa di nuovo.

Il primo dell’anno è buon auspicio donare un sacchettino o una scatolina contenente un pizzico di sale grosso (simbolo di cibo) una moneta (simbolo di prosperità) ed un pezzetto di carbone (simbolo di calore), il dono va fatto ai cari e ai familiari, esso li proteggerà allontanando povertà, fame e tristezza. Se il 31 non lo si è fatto si può fare il 1 di gennaio.

E ancora far rumore con pentole e campanelli per scacciare da casa le presenze negative.
Offrire al camino (o al vento, se non avete il camino) il primo sorso di spumante o il primo boccone dell’anno.
Buttare via oggetti vecchi dei quali volete liberarvi.
Mangiare tra la mezzanotte del 31 e l’alba del 1 gennaio le lenticchie con le mani.
Baciare uno sconosciuto sotto il vischio.
Fare gli auguri ad una persona dell’altro sesso che sapete felice ed amata.
Fare gli auguri ai propri animali domestici.
Gettarsi dietro la spalla sinistra un sorso di vino e una moneta.
Indossare al contrario, un paio di slip rossi.
Indossare qualcosa di rosso e di turchino.
Mangiare a mezzanotte dodici chicchi, uno dietro l’altro.
Accendere una candela bianca da offrire all’anno nuovo perché vi sia propizio e lasciare che bruci completamente.

La tradizione popolare, soprattutto nelle campagne, suggeriva di mettere sotto al letto un "bouquet", annodato
con un nastro rosso, formato da un rametto d'ulivo, una spiga di grano e una foglia d'alloro: si riteneva propiziasse i raccolti, l'amore e la salute.

Disponete in forma di triangolo tre candele bianche( o di cera d'api) e accendetele. Al centro, spargendo un po' d'incenso, esprimete sogni e desideri per il nuovo anno, chiedendo anche di allontanare da voi e da chi vi è caro ogni negatività. Le candele vanno fatte consumare tutte,si possono anche bruciare sulla fiamma dei bigliettini sui quali abbiamo scritto tutto ciò che vogliamo allontanare dell'anno vecchio.

Scrivete su una pergamena i vostri desideri chiudetela con un nastrino rosso. Mettete incenso, mirra, polvere d'oro, sale, zucchero, e cannella in un sacchetto giallo-oro:cucitelo e inseritelo con la pergamena in un altro sacchetto rosso,creerete così un talismano da  tenere con voi.

Mettete in un sacchetto di juta tre foglie di ulivo benedetto, una foglia di alloro, sette chicchi di grano, un pizzico di zucchero e di sale grosso. Appendete il sacchetto dietro l'uscio di casa, per tenere fuori la negatività.

Cose da non fare
Preparare la pasta in casa per il pranzo di Capodanno.
Spazzare la casa il primo giorno dell’anno.
Lasciare appese delle corde o delle calze penzolanti.
Contare denaro.
Litigare con qualcuno.
Telefonare, se siete donne, in casa d’altri di buon mattino per fare gli auguri… la prima telefonata, perché sia di buon auspicio, deve essere fatta da una voce maschile.
Uscire il 1° di Gennaio senza del denaro in tasca,perchè girare a tasche vuote il primo giorno dell'anno porta miseria.

Buon Capodanno e buon 2016 a tutti!
Lo Staff di Oroboro



0 commenti a Piccoli incanti per Capodanno:

Commenti RSS

Aggiungi un commento

Nome:
Indirizzo e-mail: (obbligatorio)
Sito web:
Commento:
Ingrandisci il tuo testo, trasformalo in grassetto, corsivo e applica tanti stili diversi con le tag HTML. Ti mostriamo come.
Post Comment
Assistente di creazione sito web fornito da Vistaprint