Candele in pura cera d'api e artigianato esoterico  - Messaggio aziendale
Il Blog di Oroboro

Doreen Valiente

Doreen Valiente (meravigliosa donna che gli Dei sempre la benedicano...) è sicuramente una delle figure più rappresentative,potremmo definirla la madre della wicca, che più ha contribuito a formare la wicca come la conosciamo oggi,spogliandola di molti orpelli appartenenti ad altre scuole di pensiero, rielaborando e riscrivendo numerosi testi rituali sotto forma di magnifiche poesie.
 
Famosissima è la Witches' Rune e naturalmente il Rede.
Doreen Edith nacque nel Sud di Londra da genitori di fede cristiana molto devoti. Ben presto si trasferì a Horleynel Surrey dove, all'età di 13 anni, si convinse di possedere il dono della magia  che utilizzò per proteggere la madre dalle angherie di un collega. I genitori dopo averlo scoperto, la spedirono a studiare in un convento, dal quale la ragazza fuggì due anni dopo con l'irremovibile intento di non ritornarci.
Nel 1941, mentre lavorava come segretaria a Barry sposò Joanis Vlachopoulos, un ufficiale della Marina che partecipò alla Seconda Guerra Mondiale, e che durante una operazione bellica rimase disperso e probabilmente morto.
Nel 1944 Doreen contrasse un secondo matrimonio con Casimiro Valiente, un reduce della guerra civile spagnola in esilio, protagonista della battaglia di Narvik accanto alle forze francesi.
In quel periodo Doreen ebbe modo di sperimentare atteggiamenti razzisti e ostili nei confronti del marito straniero e della sua persona. In questo periodo cominciarono anche i suoi primi interessi verso il mondo dell'occulto a cui il marito non prese però parte.
Dopo la guerra, Doreen si trasferì a Bournemounth dove ebbe l'occasione di leggere un articolo) nel periodico Illustrated, scritto da Allen Andrews, intitolato Witchcraft in Britain (Stregoneria in Gran Bretagna) L'articolo citava sia Cecil Williamson, proprietario del Museo di Magia e Stregoneria dell'Isola di Man, sia la New Forest Coven o "Coven Meridionale delle Streghe Inglesi".
Doreen scrisse immediatamente a Williamson per ricevere ulteriori informazioni, e lui a sua volta passò la lettera a Gerald Gardner.
Doreen e Gardner iniziarono una fitta corrispondenza epistolare che fu l'anticamera della sua ammissione alla Coven. Inizialmente Gardner rifiutò di accettare la Valiente, ma nell'inverno 1952 decise di riceverla nella casa di una certa Dafo  nei pressi della zona conosciuta come New Forest.  La Valiente ebbe un impatto molto positivo fin dal primo incontro, comprendendo che non avrebbe perso tempo e che in quelle persone coesisteva qualcosa di diverso dalle sue precedenti esperienze.
Gardner, a conclusione dell'incontro le diede una copia del suo romanzo High Magic's Aid (Gli Aiuti dell'Alta Magia) per testare il suo giudizio sulla nudità rituale e la flagellazione, dinamica che ripeté con tutti i candidati successivi.
Nel Solstizio d'Estate del 1953, Gardner e Valiente si incontrarono nuovamente nella casa di Dafo, e lì Doreen ricevette la prima l'iniziazione. Successivamente i tre si spostarono a Stonehenge (luogo mitico, mai visitato in precedenza dalla Valiente) dove celebrarono un rito insieme ad alcuni druidi.
Per l'occasione Gardner portò con sé una spada dal Museo di Magia e Stregoneria dell'Isola di Man, che durante il rito venne conficcata dai druidi in una pietra antica. La Valiente rivelò al marito ed alla madre soltanto della visita a Stonehenge ma non dell'iniziazione, a proposito della quale non avrebbero approvato.
Come iniziata aderì dunque alla Bricket Wood Coven divenendone addirittura la Grande Sacerdotessa. Come tale ebbe accesso ai vari documenti gardneriani nei quali ebbe modo di notare un forte influsso dell'occultista Aleister Crowley (non molto stimato dalla Valiente,che lo chiamava il vecchio corvo) che contraddiceva ciò che Gardner aveva dichiarato, ovvero che il Libro delle Ombre era frutto di fonti antiche. Quest'ultimo motivò la scoperta dicendo che i documenti originali della New Forest Coven si erano rivelati frammentari, perciò per un'omogeneità di contenuti aveva dovuto aggiustarli con varie fonti.
Con il permesso di Gardner, Valiente intraprese perciò una vera e propria rivisitazione del Libro delle Ombre tagliando gran parte dei contributi crowleyani ed ispirandosi ad altre fonti, come i Carmina Gadelica e Aradia o Il Vangelo delle Streghe di Leland. Alcune parti furono completamente riscritte come l'Incarico della Dea, mentre altre furono il risultato della acuta vena poetica della "Madre della Wicca", ad esempio la Runa delle Streghe e parte della Rede Wiccan.
Come Grande Sacerdotessa iniziò inoltre parecchi uomini (secondo la regola gardneriana che le donne iniziano gli uomini e viceversa)
Ben presto Gardner cominciò a dedicarsi ad una intensa ricerca di pubblicità, per ristabilire il nome dell'Arte, vittima di svariati luoghi comuni (che perdurano tutt'oggi), una azione che però non ricevette l'appoggio né della Valiente, né degli altri membri della Coven, che avrebbero preferito mantenere una certa segretezza.
La Valiente si scaglio perciò violentemente contro il suo antico maestro, additandolo come un egocentrico: "...è stato Gardner a compromettere la sicurezza del gruppo e la sincerità del suo insegnamento".
Nel 1957, Gardner rivelò le  Leggi dell'Arte (considerati preesistenti alla diatriba) in risposta alla richiesta da parte della Valiente e dei membri dissidenti, di una regolamentazione che impedisse i contatti con la stampa. Queste Leggi - che limitavano la Grande Sacerdotessa, e che tra le altre cose doveva essere sostituita, una volta giunta alla vecchiaia - adirarono la Valiente che decise di staccarsi dalla Coven originaria fondandone una propria: "Ne abbiamo abbastanza del Vangelo secondo Gardner" replicò in questa occasione.
Dopo la rottura con Gardner e la Bricket Wood Coven, Doreen fondò quindi un proprio gruppo, con a capo Ned Grove come Grande Sacerdote, seguendo sempre la Tradizione Gardneriana, priva tuttavia delle Leggi, considerate dalla Valiente una pura invenzione di Gardner.
Nei primi anni '60 seguì dei corsi indetti dalla Coven di Atho, presieduta da Raymond Howard ed in parte basati sugli insegnamenti di Charles Cardel. Nel 1963 ottenne il grado più basso ovvero quello di Sarsen. Da questa esperienza la Valiente ottenne parecchie informazioni - appuntate su un taccuino - che furono alla base della sua pratica successiva.
Nel 1964 sia la madre della Valiente che Gardner morirono. Nello stesso anno ad un raduno sulla Glastonbury Tor indetto dalla 
Confraternita degli Esseni incontrò Robert chiocrane col quale divenne amica e poi una dei membri della sua Coven - il Clan di Tubal Cain. Notò immediatamente alcune caratteristiche positive in Cochrane, come ad esempio la sua forte connessione con la Natura - mancante nella Bricket Wood Coven - la segretezza, che Gardner in un certo senso aveva infranto e l'uso di ritualizzare vestiti con tuniche scure.Tuttavia la Valiente si accorse ben presto che anche Cochrane possedeva dei risvolti che la delusero, come il suo continuo e scandaloso adulterio con un membro della coven, il racconto di alcune menzogne e soprattutto l'accesa avversione contro i Gardneriani, alimentata con diverse pubblicazioni.
Perciò nella cosiddetta "Notte dei Lunghi Coltelli dei Gardneriani" (così ribattezzata dalla stessa Valiente, in ricordo dell'epurazione nazista) la donna lasciò anche il Clan di Tubal Cain, dichiarando che ormai poteva procedere sul cammino da solitaria, dato che non le interessavano queste situazioni di continuo conflitto tra le varie tradizioni.Di non secondaria importanza fu inoltre la disapprovazione da parte della Valiente di alcune "Pozioni delle Streghe", delle quali Cochrane faceva largo uso, ovvero infusi e tinture dagli effetti psicoattivi, ottenuti da erbe .
Nel 1966 lasciò perciò il Clan e poco dopo lo stesso Cochrane trovò la morte proprio a causa di una delle sue pozioni (il gesto rimane oscuro, infatti non si sa si sia trattato di errore nel dosaggio o di un vero e proprio suicidio rituale, compiuto tra l'altro nel giorno della festività di Litha). Nonostante i diverbi avuti con Cochrane, dopo la sua morte la Valiente compose per lui un epitaffio particolarmente poetico, in cui si rivelano i profondi sentimenti di amicizia e vicinanza che li avevano legati.
Inoltre nel suo libro The Rebirth of Witchcraft la Valiente commenta quanto Cochrane fosse stato una delle persone più dotate che lei avesse mai conosciuto; che la sua morte prematura aveva tolto uno dei grandi protagonisti alla storia della Wicca, inoltre che, se egli fosse sopravvissuto, avrebbero potuto avere davvero una notevole influenza sul movimento.
Tra il 1970 e il 1980, Doreen Valiente divenne una delle più rispettabili personalità della Wicca,tanto da ricevere una voce nel Dictionary of National Biography
Scrisse cinque libri sulla Wicca,dei quali tre sono progettati come insegnamento per i Solitari:
  • An ABC of Witchcraft (Un ABC per la Stregoneria), 1972.
  • Natural Magic (Magia Naturale), 1975.
  • Witchcraft for Tommorrow (Stregoneria per Domani), 1978.
  • The Rebirth of Witchcraft (La Rinascita della Stregoneria - Autobiografia), 1989.
Nessuno di questi libri è stato finora tradotto e pubblicato in Italia. 
Doreen compose svariate poesie per lo più radunate in Charge of the Goddess: The Mother of Modern Witchcraft. Fu inoltre particolarmente attiva nella promozione della Stregoneria e del Moderno Neopaganesimo, con l'obiettivo di eliminare tutti gli stereotipi che riportavano al Satanismo. A questo fine lavorò per dirigere la Pagan Federation, una delle prime associazioni neopagane.
Prima della morte di Gardner, la Valiente riuscì inoltre a ricucire i rapporti con lui, tanto da difenderlo a spada tratta nelle varie accuse rivoltegli in seguito. Tra le altre cose Doreen riuscì a dimostrare con un vero e proprio lavoro da detective e con grande successo, che la Vecchia Dorothy (l'iniziatrice di Gardner nell'originaria New Forest Coven) non era una sua invenzione, ma un personaggio realmente esistito; le sue ricerche la portarono infatti ad identificarla con Dorothy Clutterbuck. Nel 1980 perciò pubblicò le sue scoperte nel libro The Witches' Way di Stewart e Janet Farrar.
 
Sul finire degli anni '90 il cancro al pancreas che aveva colpito Doreen aggravò i suoi letali effetti, tanto da portarla alla morte, avvenuta 1 settembre 1999 alle ore 6:55. John Belan Payne,che Doreen chiamava il suo figlio del cuore,rimase al suo fianco con amore filiale . Egli ereditò infine tutti i manufatti della Valiente compreso il suo Libro delle Ombre .

0 commenti a Doreen Valiente :

Commenti RSS

Aggiungi un commento

Nome:
Indirizzo e-mail: (obbligatorio)
Sito web:
Commento:
Ingrandisci il tuo testo, trasformalo in grassetto, corsivo e applica tanti stili diversi con le tag HTML. Ti mostriamo come.
Post Comment
Assistente di creazione sito web fornito da Vistaprint