Candele in pura cera d'api e artigianato esoterico  - Messaggio aziendale
Il Blog di Oroboro

Cattedrali gotiche,centri di energie telluriche.

cattedrale reims
Il Mistero delle meravigliose costruzioni sacre del Medio Evo è legato ad un serpente sotterraneo, alla Wouivre degli antichi, all'energia guizzante della terra che segue il suo percorso nei vasi sanguigni della creatura Gaia, viva come tutto ciò che pulsa. Forse per Conoscenza appresa, forse per un sentire più raffinato del nostro, gli uomini di un passato remoto riuscivano ad individuare i luoghi di potere dove il serpente raggiunge la superficie per una faglia della crosta terrestre o per altri motivi che ancora non sappiamo spiegare.
 
 
 Nei "luoghi alti" avvengono cose strane, apparizioni, miracoli consistenti essenzialmente in guarigioni e già i templi megalitici volti al culto della Dea Madre erano templi in cui ci si affidava all'utero della Dea, alla grotta dell'iniziazione per uscirne risanati, purificati. Un popolo di navigatori individuato come la civiltà della pietra, ha eretto monumenti dove scorre l'energia: pietre sovrapposte a tumulo, i dolmen, creano spazi neutri in cui ricaricarsi di energia, mentre un monolite verticale puntato verso il cielo concentra e canalizza in sé l?energia tellurica proiettandola verso l'alto.
 
foto carnac luoghi di potereLa scienza di frontiera che studia questi fenomeni, la moderna Geobilogia, spiega che la terra è avvolta da una rete di energia formando dei nodi agli incroci: nei dolmen la rete si dilata lasciando all'esterno dello spazio coperto i nodi, mentre al di sotto dei menhir si concentrano ben 9 nodi. Si è osservato che dolmen e menhir sono normalmente compresenti, probabilmente funzionali l'uno all'altro. L'affioramento di energia veniva spesso circoscritto da un cerchio sacro, come quelli di Stonehenge ed Avebury, mentre lo scorrere dell'energia su grandi linee portanti, veniva individuato dagli allineamenti di pietre come a Carnac nel nord ovest della Francia o nelle ley Lines inglesi. Enormi ley Lines attraversano l'Europa, come la linea dell'Arcangelo Michele che da S. Michel Moint in Cornovaglia, tocca Mont Saint Michel in Francia,
la Sacra di S. Michele nella valle di Susa, il santuario pugliese di Monte S. Angelo, quello dell'isola di Simi per terminare nel Sinai.
 
luoghi di potere- l abbazia di san michele in val di susa torino imagelargeUn tratto o una deviazione di questa corrente europea è quello che unisce che unisce Chartres, la regina delle cattedrali, a Castel del Monte di Puglia, il cui nome originario è S. Maria di Balneolo: lungo il suo tragitto sorge all'Aquila S. Maria di Collemaggio, la chiesa voluta e realizzata dall?eremita Pietro Angeleri salito sul soglio pontificio con il nome di Celestino V. Il luogo sacro è dunque un centro vibrante di energia potenziata dalla presenza di acqua che vi scorre sotterranea: la conoscenza degli antichi è stata perpetuata pur cambiando nel tempo le religioni e gli dei a cui si dedicavano i templi che vi si erigevano,per permettere all'uomo che con devozione, con cuore aperto,vi entrava,di subirne gli effetti. In questo discorso in cui la Madre Terra ha un ruolo così importante, anche il Cielo svolge la sua parte convogliando le energie celesti sul sacro spazio in cui cielo e terra si incontrano. Proprio in queste aree in cui la Wouivre si manifesta e guizza i costruttori medievali hanno costruito i principali centri di culto della cristianità. La maggior parte delle cattedrali gotiche è dedicata a Maria, l'ultimo volto della Dea Madre,che nella religione cristiana,assume il ruolo di creatura terrena assunta in cielo . In questo processo di trasformazione consiste il mistero delle cattedrali, crogioli alchemici in cui la materia mortale si trasforma. Per una strana circostanza le più famose Notre Dame di Francia,sono ubicate in modo da tracciare sul terreno, quasi con perfetta corrispondenza la costellazione della Vergine come la si vede nel cielo: la stella Spica della Vergine corrisponde a Reims, Gamma a Chartres, Zeta ad Amiens, Ipsilon a Bayeux, mentre Evreux, Etampes, Laon corrispondono alle piccole stelle della costellazione, con una approssimazione impressionante. Invero trattasi di una conoscenza antica, già suggerita dall'architetto romano Vitruvio, del tempo di Augusto, che nel descrivere le qualità di un architetto, tra l'altro ne richiedeva la conoscenza dell'astronomia e delle leggi che regolano i fenomeni celesti.
 
mappa costellazione Vergine,cattedrali gotiche
Cosa volevano suggerire gli antichi reiterando il cielo in terra? Un segreto tornato in auge nel XII-XIII secolo con l'architettura romanica e gotica ricca di simbolismo e di geometria sacri che ancora adesso stupiscono e commuovono i visitatori. Quando nel XIII secolo sorsero quasi contemporaneamente le cattedrali gotiche, qualcosa di veramente speciale si manifestò sulla terra: la bellezza e l'armonia delle costruzioni che si andavano innalzando verso il cielo, le sottilissime guglie che hanno poi resistito allo scorrere dei secoli, la ricchezza del simbolismo racchiuso in esse come testi in pietra di antico sapere hanno fatto dell'espressione del nuovo stile -succeduto al pur splendido e severo romanico- un mezzo per far emergere la meraviglia, quell'emozione profonda e rara che è accompagnata dal profumo della sacralità. I secoli sono passati, l'uomo è molto cambiato come le sue condizioni di vita, il suo approccio all'esistenza ed il rapporto con il divino, ma le cattedrali, le varie Notre Dame poste quali antenne in punti speciali del vecchio continente continuano a suscitare la stessa commossa meraviglia accompagnata ad un senso di riconoscenza per gli antichi costruttori che tanto genio hanno espresso affidando alla pietra qualcosa da tramandare.
 
gargoileNelle scuole esoteriche d'Occidente,che vedono nelle corporazioni dei maestri costruttori un anello della catena che ha tramandato la Conoscenza iniziatica, si è messo in relazione l'improvviso apparire del gotico ed il pressoché contemporaneo aprirsi dei cantieri per l'edificazione dei grandiosi monumenti,con il ritorno dalla Terra Santa dei primi nove cavalieri Templari che, guidati da Ugo De Payns erano rimasti per nove anni nell'area del tempio di Salomone, tanto da prenderne il nome. Il motivo ufficiale della loro permanenza oltremare era la custodia dei pellegrini, ma appare troppo significativa la circostanza che allorché i custodi del Tempio tornano in Francia,tanti templi vengono eretti in uno stile che non è sviluppo del romanico ma espressione di una tecnica costruttiva che presuppone un nuovo apporto di conoscenze, ovvero la riscoperta di antico sapere forse rinvenuto dai Cavalieri lì dove era stato riposto in attesa del momento giusto in cui dovesse di nuovo manifestarsi.
 
Il Medio Evo, al di là dell'etichetta ormai fortemente discussa di epoca oscura, resta nella storia europea un'età ricchissima di spiritualità, arte, valori cavallereschi, come avviene quando la Tradizione iniziatica trova il terreno per riemergere; nelle cattedrali i simboli della Tradizione Unica, universali ed eterni, restano testimoni per chi è in grado di coglierne il messaggio e l'armonia della geometria sacra continua a riprodurre sulla terra una condizione celeste. 
 
cattedrale di Chartres luogo di potereAlcune cattedrali, come Chartres sono orientate in modo tale che l'asse delle navate apra con la linea est-ovest un angolo di 47° che rappresenta il doppio dell'angolo di inclinazione dell'asse terrestre (23°27'), vale a dire l'angolo del cono precessionale; il numero 47 è dunque il simbolo più significativo per indicare il pianeta terra, con l'intento di legare la casa di Dio, un luogo celeste, al pianeta, come nel caso in cui nella costruzione si ricorre al grado di parallelo, ossia la circonferenza terrestre di km. 40.000 divisa per 360° pari a 111.111. I costruttori delle cattedrali gotiche tenevano tuttavia conto del variare del parallelo geografico secondo la latitudine per cui se all'equatore il grado ha valore 111, a Chartres con 48°26' di latitudine, si avrà circa 74 e la navata della chiesa è appunto lunga m. 74, mentre ad Amiens, latitudine 49°53'e grado di 71, la costruzione ha i transetti di m. 71. Si tratta di tutti metodi per legare la chiesa al luogo in cui sorge e quindi farne un ponte tra terra e cielo. Il mistero delle cattedrali parla di Alchimia, per cui la costruzione è un crogiolo di trasformazione, ma perché questo avvenga necessariamente deve parlare anche di creazione e con essa di Divino,che Bernardo di Chiaravalle così definiva: Egli è lunghezza, larghezza, altezza, profondità reiterando Pitagora con il suo Tutto è numero. Nella cattedrale vivono le leggi della creazione divina,per cui si rinviene nelle sue proporzioni il numero aureo, così a Chartres ed a S. Maria di Collemaggio in cui la spirale di Fibonacci è rinvenibile nelle piante della costruzione. Armonia e bellezza sono effetto della geometria sacra, linguaggio silenzioso che parla in profondità; un linguaggio di Luce che penetra a livello subliminale ed in cui si esprimono le leggi matematiche ordinatrici del cosmo risalenti ad una struttura morfogenetica che sta dietro la realtà.
 
rosone Notre Dame luogo di potereLa precisione del Grande Architetto dell'Universo si traduce in vibrazione, in suono, in luce, quasi corde tese in soccorso della creatura umana impastoiata nella densità della materia. Gli antichi costruttori con l'utilizzo della geometria sacra miravano a determinare un cosmo armonioso la cui influenza fosse istintivamente avvertita da tutti; ma ciò che più gli antichi sapevano, per un sentire che forse lo sviluppo eccessivo della razionalità ha atrofizzato nelle epoche successive, era l'aspetto energetico, la potenza del verbo divino che risuona nella creazione. Allora principale obiettivo dei costruttori medievali era quello di realizzare un campo di forza particolare di cui i simboli sono espressione dato che sono strettamente connessi a determinate frequenze.
 
Solo dagli anni sessanta del secolo scorso ha preso corpo una scienza che studia le forme d'onda, cioè il nesso tra forma e frequenza: si deve al fisico svizzero Hans Jenny la nascita della Cimatica, dal greco kyma=onda, secondo cui ogni frequenza produce una forma, ma per avere le forme della geometria sacra con le loro perfette proporzioni, occorre una elevata vibrazione infrasonica. Gli studi compiuti sulla sottilissima polvere di lycopodium o sull'acqua hanno verificato come sia la vibrazione ad informare, a dare forma e perché questo avvenga sono necessari due poli alla base dell'energia vibrante. Più cresce la frequenza più le molecole generano forme stupende: un campo morfogenetico induce la materia ad informarsi, rispecchiando qualcosa che ricorda il principio ermetico di Ermete Trismegisto: come in alto così in basso. Quel che vediamo, la creazione intera è la materializzazione di un'altra realtà più sottile, più vicina alla Fonte.
 
labirinto ChartresAllora la cattedrale diviene anche  il nuovo cielo e la nuova terra ed entrarvi equivale ad andarci in pellegrinaggio: un simbolo antichissimo reitera il percorso del pellegrino: è il labirinto presente in Chartres ed a Collemaggio, già presente a Reims e Amiens, dove su un punto di grande energia il pellegrino percorreva a piedi scalzi le spire che lo caratterizzano per procedere verso il centro che è il suo stesso Sé. Il Mistero delle cattedrali è in tutti i suoi aspetti quello di essere Athanor di trasmutazione, luogo di guarigione in cui gli squilibri umani effetto della densità della materia, vengono risanati in vista di un evoluzione spirituale. Attraverso il pellegrino, esso stesso attivatore con la propria energia del luogo sacro, Maria- Mater- Materia diviene Assunta.
By Maria Grazia Lopardi - L'Aquila
 
 

0 commenti a Cattedrali gotiche,centri di energie telluriche.:

Commenti RSS

Aggiungi un commento

Nome:
Indirizzo e-mail: (obbligatorio)
Sito web:
Commento:
Ingrandisci il tuo testo, trasformalo in grassetto, corsivo e applica tanti stili diversi con le tag HTML. Ti mostriamo come.
Post Comment
Assistente di creazione sito web fornito da Vistaprint