Candele in pura cera d'api e artigianato esoterico  - Messaggio aziendale
Il Blog di Oroboro

Beltane Rodmas

beltaneIl momento
Rodmas - Beltane è un momento in cui le energie della luce e della vita si manifestano nel loro aspetto più gioioso e trionfale.
Questo è un tempo in cui celebriamo il ritorno dell'estate e della fertilità, periodo di scampagnate e feste all'aperto.
E' un periodo dell'anno in cui di solito ci sentiamo fisicamente bene, in cui i nostri bioritmi si sono adattati alle accresciute ore di luce e ci siamo lasciati alle spalle i momenti critici della fine dell'inverno e dell'inizio della primavera.
Quindi è il momento adatto per operare, per condurre a realizzazione le cose che ci siamo prefissati di compiere.
Anche psicologicamente i nostri pensieri si volgono all'esterno, per fare e operare.
Questa estroversione stagionale fa sì che questa sia un'epoca propizia ai nuovi amori e alle nuove amicizie, come anche al rafforzamento delle relazioni già esistenti.
E' il momento di passare più tempo con gli altri. E' anche tempo di stimolare la nostra creatività e la nostra fertilità interiore.

Origini e significati
Beltane (fuoco luminoso) o Primomaggio è il giorno con cui incomincia la fase estiva delle attività legate alla terra e una volta era il momento in cui il bestiame veniva portato ai pascoli dopo lo svernamento e la benedizione dei falò accesi a Beltane, appunto i fuochi di Beltane.
 
beltane2
Tradizionalmente si saltava attraverso i falò di Beltane per predire l’altezza del raccolto dai salti effettuati.

Beltane celebra l’amore, l’attrazione, il corteggiamento, l’unione, e tutti quei piccoli e grandi desideri istintivi che chiamiamo “febbri” o “amori” primaverili.
Molto prima che fossero inventate le elezioni di miss “quellochevolete” o, specialmente in USA, a fine corso venissero incoronati la reginetta ed il re del Liceo (o simili), i villaggi eleggevano una bella giovane coppia per rappresentare il re e la regina di Maggio, che nei paesi anglosassoni venivano chiamati John Thomas e Lady Jane. Comunque alla festa di Beltane il popolo danzava intorno al palo piantato al centro dello spiazzo dove si teneva la festa, un palo ben piantato a terra che si innalzava verso il cielo, un palo simbolo di vitalità; e non serve che vi illumini su che simbologia traspare in un palo piantato nel ventre di Madre Terra. Poi si raccoglievano i fiori e si passavano notti insieme sotto le stelle nel bosco.

Beltane è il tempo del latte e del miele, il periodo che più degli altri i Pagani dedicano al piacere. Dopo il risveglio primaverile i corpi sono pieni di energia. Adesso siamo nelle ore del mattino immaginario dellla Ruota dell’Anno. Il tempo migliore per sbocciare e fiorire, desiderio e soddisfazione. Quindi la mucca e l’ape sono entrambe i simboli più conosciuti della Dea per questa nostra festa pagana.
La grande capacità della mucca di produrre latte in quantità per il vitello e per la gente rispecchia il prodigio e la meraviglia per l’allattamento al seno delle madri con i loro bambini. La bellezza della Dea e di tutte le donne che allattano è vividamente illustrata in un mucchio di dipinti dal Rinascimento in poi, basti pensare alle Marie che allattano il bambin Gesù.
E la creazione del miele da parte delle api una volta era considerata una vera meraviglia della natura. La spiegazione scientifica della produzione del miele che coinvolge enzimi ed il polline dei fiori non era stata chiarita fino al 19° secolo. E il miele è la sostanza naturale che veniva considerata come la più buona del mondo.
Il simbolo dei corni della mucca è collegato con la Madre Terra, la Dispensatrice di Latte – linfa vitale, nella maggior parte delle culture.
Nell’Egitto Iside portava una specie di copricapo che faceva parte dell’acconciatura con una luna racchiusa ed abbracciata da due corna vaccine.
Invece Hathor è la mucca celestiale, e le gocce del suo latte spruzzate qua e là hanno dato origine elle stelle che illuminano la notte: la Via Lattea.
Che dire poi della cornucopia di origine romana? Un corno pieno di ricchezze, simbolo della fertile Madre Terra; simbolo di Fortuna e in genere simbolo di ringraziamento.

Un importante ritrovamento degli scavi archeologici di Marija Gimbutas è la figura d’argilla di testa e corna bovine circondate da api. La figura è oltretutto da rimarcare per la rassomiglianza con gli organi interni della riproduzione femminile: utero, trombe di Fallopio e ovaie visti di fronte ricordano schematicamente proprio la testa di una mucca, vedi il Linguaggio della Dea, della stessa Gimbutas, illustrazione 411.

Meredith Stricker dice che la radice verbale ungherese per “madre”, anya o meh, può essere ritrovata in svariate maniere nelle espressioni magiare per ape, ventre, utero, concepire, pungiglione, ape regina, cervice, embrione, feto e molte definizioni simili.

In Lituania, l’antica arte della Divinazione (eseguita per lo più da donne) consisteva nel versare cera d’api nell’acqua e nell’interpretare le forme che vi apparivano.
Api, miele ed oro sono stati per lungo tempo associati alla Dea, come simboli di lavoro armonioso, cooperazione, modestia, regalità, e come benedizioni o favori meritati. Gli apicoltori europei credettero che le api fossero custodi della moralità, e che quella virtù fosse necessaria per la produzione del miele, e che le api non avrebbero dato il miele se il produttore non fosse stato anche lui buono ed onesto. Lottare, rubare e mentire davano un alveare abbandonato. Si attiravano le api in molte maniere come lasciando una scrofa (simbolo divino della necessità della morte che, comunque ineluttabile, portava e faceva susseguire una rigenerata fertilità) mangiare da un alveare vuoto, oppure pulendo lo stesso alveare con fiori freschi. In entrambi i casi osserviamo una coincidenza di simboli dell’alveare come luogo di dolcezza, ma anche come simbolo di qualcosa che dona la vita, come utero.
Come molti altri insetti, le api simboleggiano inoltre l’immortalità e la longevità. Il re franco Childric I si fede seppellire con trecento api dorate finemente lavorate. Le stesse api furono intessute sullo strascico che Napoleone I indossò il giorno dell’incoronazione.
Inoltre, anticamente si credeva che cera d’api e miele preservassero da invecchiamento e morte. Nella tradizione germanica, si riteneva che le api sbucassero sulla terra da un paradiso sotterraneo, dove vivevano con le fate; e l’idromele – il liquore che si ottiene dal miele fermentato – dava il dono della profezia e del canto. Zeus bambino fu nutrito dalle api nella grotta del Dio. In Grecia, i tempi dedicati ad Demetra erano curati da sacerdotesse conosciute come le “melisse”, cioè le api.
Il dio indiano Vishnu è spesso visto come un’ape blu appoggiata su un fiore di loto, che rappresenta la Dea. Secondo la leggenda cristiana, le api furono generate dalle lacrime di Cristo, il che ricorda la divinità nordica Freya, le cui lacrime erano dorate. I Babilonesi costruirono templi che consacrarono poi con il miele ed in Perù veniva offerto miele al Dio Sole.
Ad un neonato in India si dava questa benedizione:
Ti dono questo miele, che gli Dei ti proteggano, e che tu possa vivere centinaia di autunni in questo mondo.

Beltane è una delle feste principali nel calendario popolare ed è celebrato con miele, focacce di farina d’avena e formaggi.

Testi tratti da:
ddrwydd -
http://wicca.blog.excite.it/
e:
http://www.umkc.edu/imc/mayday.htm
http://www.owlsdottir.com/calendar/festivals/beltane.htm
http://web.tiscali.it/aaab_it/altri.htm
http://www.ancientegypt.co.uk/menu.html
http://members.internorth.com/~wiccan/seasons/beltane.htm
http://web.tiscali.it/apicolturalazio/idromiele.htm
http://www.cybercomm.net/~grandpa/animals.html#B
http://wicca.blog.excite.it/permalink/123126
http://digilander.iol.it/grayelf/home.htm
http://digilander.iol.it/grayelf/home.htm.
http://www.trigono.it/calendario_celtico/Festival/Beltane/index.htm
http://www.aostanet.com/occhiodiodino/Riti.htm

0 commenti a Beltane Rodmas:

Commenti RSS

Aggiungi un commento

Nome:
Indirizzo e-mail: (obbligatorio)
Sito web:
Commento:
Ingrandisci il tuo testo, trasformalo in grassetto, corsivo e applica tanti stili diversi con le tag HTML. Ti mostriamo come.
Post Comment
Assistente di creazione sito web fornito da Vistaprint